domenica 3 giugno 2012

Prossimi saldi: Zara

Stamattina, sul presto per evitare le due C: caldo e casino, sono andata a fare una passeggiata col mio lui in centro per provare un po' di sandali Zara in vista dei prossimi saldi, che partiranno tra poco più di un mese, sabato 7 luglio! *_* Purtroppo sono riuscita a fare solo una foto in camerino, perché a dispetto delle mie previsioni Zara è sempre piena di gente e non potevo perdere troppo tempo a provare le scarpe. 
Chi ha presente il palazzo Zara in via del Corso sa che al piano terra e al I piano c'è il reparto donna, mentre al II piano il reparto TRF, per cui al piano terra ho provato questi sandali:




Come ho scritto nel precedente post, il primo sandalo, in pelle caprina, costa 100 euro, quindi aspetterò i saldi per comprare la tg 38, perché mi piace davvero molto ed è molto comoda. Stesso dicasi per sandalo in pizzo: costa 50 euro e ho provato il 39, ma mi scappa dal tallone, per cui prenderò la mia misura, il 38.
Insieme a questi due ho provato un terzo sandalo che però non ho trovato in vendita sul sito, né ho pensato di fotografarlo, per cui dovrò descriverlo. Avete presente quello in finta suede fucsia di cui ha parlato Shoegal, quello col tacco di metallo che rovina tutto? Ecco, è quasi identico, solo che è di finta pelle nera, ha un tacco "normale" alto e sottilissimo, non ha il T-bar ma solo il listino sulle dita e il cinturino, in pratica un sandalo essenziale e apertissimo, tipo Caovilla. Mi stava anche bene sul piede, ma non lo prenderò ai saldi: gli mancava solo il frustino...
Al I piano invece ho provato questi:



Il primo è in pelle caprina, ma costa 60 euro invece di 100, qualcuno mi spieghi perché! In ogni caso sul piede non mi piaceva, appariva troppo massiccio, per cui non lo prenderò, così come non prenderò il secondo, che costa 70 euro pur essendo coperto di cristalli, ma siamo alle solite: la fascia frontale è troppo larga, copre quasi completamente le dita, che spuntano appena, fa davvero un brutto effetto, per cui con rammarico, ma tanti saluti.
Al II piano invece ho provato questi, tutti al costo di 40 euro:





Il primo sandalo in versione albicocca (non rosa!) e blu elettrico è più alto di quel che appare in foto, ma è davvero comodo, tuttavia il cinturino è corto per le mie caviglie: anche fissandolo all'ultimo buco mi sta stretto, però ai saldi penso che, se li trovo, li prendo entrambi.
Cosa che non farò con gli zatteroni soprastanti: ho provato quello in finta suede grigio e fucsia, ma mi sembrava di avere i piedi in una barchetta, sia per l'effetto allo specchio, sia perché dondolavo in avanti, pollice verso! Se però sono quel che fa per voi, sappiate che esistono anche nella versione blu elettrico.

E ora l'angolo dell'infarto.
Dopo una puntatina al Pantheon siamo tornati indietro e passando per piazza di Spagna - con una ressa che vi lascio immaginare - abbiamo imboccato via del Babuino, perché Alfy voleva passare da Baldinini a salutare il direttore, suo vicino di casa (prima o poi riuscirò a sfruttare questa sua amicizia, caspio! è_é), tuttavia non l'abbiamo trovato (ç___ç). In compenso dall'altra parte della strada, in una minuscola vetrina di Gente, io ho trovato queste:


Gente vende Charlotte Olympia. Il negozio in via del Babuino è aperto la domenica. Infarto multiplo. I prezzi? Tra i 700 e i 900 euro, non ho preso nota, purtroppo. A questo punto, visto che Daniele e Luna di Tacchi a Spillo ora puntano a marche assai più economiche come Miss Sixty e Liu Jo, possiamo solo sperare che i modelli soprastanti finiscano nell'outlet di Gente... ç__ç

APPELLO: proprio in via del Babuino mentre passeggiavamo mi è caduto l'occhio su un passerotto tra il marciapiede e una macchina parcheggiata. Credevo fosse morto, ma chinandomi per controllare mi sono accorta che respirava ancora. Probabilmente era caduto dal nido spezzandosi una zampina e piccino com'era non poteva nemmeno volare via (non vi dico com'erano ridotte le ali, chissà da quanto tempo era riverso sui sanpietrini...). Me lo sono portato via e dopo varie telefonate ho scoperto che in via degli Aldrovandi 2, angolo viale delle Belle Arti, proprio accanto all'ingresso di villa Borghese che porta anche al Bioparco, c'è il centro recupero fauna selvatica nonché la sede locale della Lipu, per cui se vi capita di trovare uccellini feriti metteteli possibilmente in una scatola (con dei buchi per respirare) perché non si spaventino (io l'ho portato in mano sul tram!) e poi in questo centro, dove i volontari si prenderanno cura di loro, sono aperti anche la domenica.

9 commenti:

  1. Non sono ancora andata da Zara a curiosare, ma dato che sarò a milano per i prossimi 2 mesi ci farò un alto..il primo, quello della foto, rende bene sul piede..devo tenerlo in considerazione ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo consiglio a tutte, infatti! *_*

      Elimina
  2. io ho puntato le scarpe color menta da 80 euro, che spero coi saldi scendano un pochino! (o magari le becco sul sito spagnolo di zara, dove le cose costano tutte meno rispetto al sito italiano, non si sa perché)
    p.s. grazie per l'informazione, non sapevo nemmeno che a Roma esistessero dei centri per animali feriti, la mia idea di soccorrere un uccello ferito sarebbe stata quella di portarlo dal veterinario del mio gatto :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è scandaloso quanto assai più bassi siano certe volte i prezzi del sito spagnolo di Zara rispetto all'Italia: il sandalo nero col tacco dorato, che qui costa 100 euro, in Spagna ne costa 70! °_° E ai saldi non faranno certo il 50% di sconto... >_> Ciliegina sulla torta, "El país de entrega siempre tiene que coincidir con el país de compra" (il paese di consegna deve coincidere sempre con quello d'acquisto), quindi siamo fregate. ç__ç

      Elimina
  3. Mi piacciono molto il secondo modello in pizzo e i sandali Trf albicocca e blu elettrico! Brava Cri che hai aiutato un povero passerotto che altrimenti sarebbe sicuramente morto! Laim

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi sarei mai perdonata se l'avessi lasciato lì, ho fatto solo quello che ritenevo giusto, se non avessi saputo del centro recupero fauna selvatica presso il Bioparco l'avrei portato a mie spese alla clinica veterinaria più vicina che avessi trovato aperta. ^^

      Elimina
  4. Criii voglio abbracciarti per l'uccellino!! alla Lipu tempo fa abbiamo portato un mini piccione che era stato attaccato da un gatto, sono bravissimi e molto disponibili!!
    Quanto alle scarpe, quelle che hai provato in still life non mi piacciono ma al piede, WOW ti stanno da dio!! Quanto alle altre niente di entusiasmante, ieri ho visto i sandali blu semplici ma non mi piace il fatto che il tacco, in plastica, sia di un blu viola nettamente diverso dal "suede" del sandalo!

    RispondiElimina