martedì 21 luglio 2015

New Entries: Louboutin's Pigalle Follies "opaline" + So Kate black patent

[Use Google Translate in the right column to translate into your language!]

Sono passati più di 2 mesi dall'ultimo post, che risale addirittura a maggio, me ne scuso, purtroppo non ho molto tempo per stare dietro al blog, ma la mania per le scarpe non si è affievolita, i miei acquisti sono solo diventati più mirati: o spendo davvero poco oppure mi sveno, ma una volta sola. Tra maggio e l'inizio dei saldi infatti ho fatto alcuni acquisti, sia in fatto di scarpe che di borse, ma passando da un estremo all'altro: o risparmiando parecchio, o spendendo parecchio. Per fortuna uno dei due modelli che vi mostrerò adesso è un regalo, altrimenti dovrei prendere esempio dalla protagonista del film I love shopping (Confessions of a Shopaholic) e mettere il bancomat nel congelatore.
Verso la fine di giugno, sono passata casualmente - giuro, eh - davanti alla boutique di Louboutin (che, per la cronaca, vi ricordo che non fa i presaldi) e sono entrata: non essendo riuscita a Milano a provare le So Kate taglia 38, ma solo le Pigalle Follies 120 - che mi hanno strizzato a morte i mignoli - ho pensato di fare un tentativo a Roma: hai visto mai che finalmente, dopo anni, abbia un colpo di fortuna e riesco a trovare le So Kate? Avrei provato di nuovo anche le Pigalle Follies se le avessi trovate, per dar loro un'altra possibilità.
Mia madre e io entriamo, davanti a noi solo due persone che stanno provando chi le Iriza 100, chi le Pigalle Follies 100, per cui aspettiamo ammirando la nuova collezione. Sulla parete di fondo avevano probabilmente già esposto i modelli che sarebbero andati in saldo il 4 luglio, fra loro una Pigalle Follies 100 nel colore "opaline" (celeste).
Durante i 5 minuti di attesa, entra un fattorino e consegna un pacco. La commessa firma e porta il pacco sul retro. Arriva quindi il mio turno e chiedo di poter (ri)provare le Pigalle Follies 120. Taglia 38 non disponibile. Ok, chiedo allora le So Kate sempre taglia 38 in vernice nera, già pronta alla scontata risposta, praticamente avevo già un piede fuori dalla porta.
"Quelle ci sono, sono appena arrivate, vado a prenderle".
Guardo incredula mia madre, che continua beatamente a chattare su Whatsapp.
In negozio hanno le So Kate in vernice nera taglia 38. Le hanno per davvero. Erano arrivate 3 minuti prima tramite corriere.
"Eccole, è davvero fortunata, sono arrivate poco fa".
In pratica c'era il mio nome sopra.
Le provo, ovviamente sono strette a sangue perché nessuno le aveva mai provate prima, ma appena infilate ho capito che se uscivo di lì senza comprarle ero una perfetta idiota. Quando mi sarebbe ricapitato? Mai nella vita.
"Ha fatto bene a prenderle", mi dice la commessa al momento di pagare. "Ora che non facciamo più le liste di attesa, bisogna cogliere l'attimo".
"Mi scusi, quindi non accettate più ordini?".
"No, tra l'altro i modelli classici arrivano in negozio una volta a stagione, ogni sei mesi circa, e poiché nei colori nero e nude non vanno mai in saldo, spariscono subito. Ho ancora due 37.5 e due 38.5, ma questo era l'unico 38".
Qui karma ci cova. 
Dopo essermi fatta salassare il conto in banca - vabbé, avevo messo da parte dei soldi apposta per questa evenienza - esco trasognata, con mia madre al seguito che non aveva ancora afferrato quanto avessi speso.
Ma ne è valsa la pena:








Quando è arrivato il fatidico 4 luglio, io non ero a Roma, così ho istruito a dovere quella santa di mia madre: doveva essere davanti alla boutique di Louboutin almeno mezz'ora prima che aprisse e se avesse trovato il 38 delle Pigalle Follies 100 "opaline" scontato, doveva prenderlo senza esitazione. Nero e nude non andranno mai in saldo, ma gli altri colori sì, parola di commessa che ho tenuto bene in mente. E infatti erano scontate del 40%.
Per cui, altro colpo di fortuna, di cui però devo ringraziare mia madre:












E ora qualche considerazione.
Sia le So Kate che le Pigalle Follies sono strette in punta, ma le So Kate sono più comode avendo una punta leggermente più lunga: le Pigalle Follies, infatti, come sanno ormai anche i sassi, sono il risultato dell'incrocio del tacco delle So Kate con la punta delle vecchie Pigalle, per cui sono (più) corte.
Ma è proprio così?
Qualcosa non torna, in realtà, già a partire dal tacco: le Pigalle Follies 100 in realtà sono alte 11 cm esatti:




E la punta è davvero più corta? O non sarà soprattutto un'illusione dovuta al maggiore scollo del pointed toe rispetto a quello delle So Kate?
Ho messo a confronto i due modelli, tenendo conto che uno è più basso di un cm rispetto all'altro. Ovviamente, se allineo i tacchi, la So Kate risulta più corta perché più alta, ma se allineo la parte anteriore delle scarpe, risulta più lunga solo di pochissimo:





Visto dall'alto è ancora più evidente come sia il maggiore scollo delle Pigalle Follies, unito a una punta di pochissimo più corta, a far sembrare le So Kate assai più lunghe, mentre la differenza è davvero minima.
Detto ciò, è grazie al tacco più basso di un centimetro che le Pigalle Follies sono portabili, perché vi assicuro che la versione 120 è davvero scomoda per le povere dita. Più sexy, di sicuro, ma più dolorosa. Le So Kate 120 sono invece più sopportabili perché di poco più lunghe e accollate. Poi naturalmente dipende dal livello di abitudine/sopportazione di ognuna di noi, sono certa che ci sono donne (beate loro) che trovano tutti questi modelli assolutamente comodi.
Avete anche voi un paio di So Kate o di Pigalle o di Iriza? Come vi trovate? Le Iriza taglia 38 mi scappano dal tallone, per esempio, dovrò puntare al 37,5...

19 commenti:

  1. Tra le due preferisco le So Kate ma il colore delle Pigalle è meraviglioso!! Ora non mi resta che ammirarle dal vivo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh e io non vedo l'ora di mostrarvele! ^_^

      Elimina
  2. Avevo commentato ma mi sa che il mio commento è esploso!! Comunque bellissimo post, preferisco le so Kate ma il colore delle Pigalle è spettacolare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, avrei voluto le So Kate nel colore opaline, ma ormai ho imparato a non farmi scappare le occasioni... ^_^
      Ora è tutto a posto, non dovresti più avere problemi con i commenti. ^_-

      Elimina
    2. Che piacere rileggerti, Cri, che bella sorpresa! Ero ormai rassegnata all'idea che avessi abbandonato il blog. Ben tornata, allora. E con che argomento! Io le Louboutin? Magaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaari. Sono un sogno. Le ho provate, a Milano, corso Como, un po’ di mesi fa. Le Pigalle. Un mito. Costavano un occhio della testa, ma mi ero messa da parte una sommetta. Ho però rinunciato. Una delle prime volte che tralascio di comprare un paio di scarpe di cui sono innamorata. Troppo strette. Mi ha preso il panico. Non ci ho nemmeno pensato, sono uscita subito. Ora se mi dici che anche tu che le trovi strettissime in punta e che dolgono sui mignoli, allora mi spingi a tentare di riprovarle. Io mi ero la convinta che erano i miei piedi non adatti alle Louboutin. Stretti dietro (caviglia sottile) e larghi davanti, dove iniziano le dita. Quand’ho provato le Pigalle mi sono sentita Genoveffa con la scarpetta di vetro. Spingendo un po’ le dita sono entrate, ma già dalla scollatura si vedeva come stavano. Ho fatto due passi due e ho rinunciato. “Come si trova?”, chiede la commessa. “Stupende, ma non le sembra che il mignolo sia schiacciato un po’ troppo?”. “Signora, è il modello più famoso, è così. Vengono accentuate la scollatura e la punta stretta. Guardi che a tutte le dita stanno così”. Sarà. Non mi ha convinto. Ho abbandonato l’idea. Rimpianto. Delusione. Insulti ai miei piedacci. Avrei potuto prenderle, non a cuor leggero perché dopo aver lasciato quella somma alla cassa sarei dovuta partire per una rapina per tirare poi fine mese. Però non ho avuto il coraggio. Ora mi rimetti la pulce nell'orecchio. Io le deco coi tacchi le porto, non spessissimo ma abbastanza. Non sono una di quelle che dicono che con i tacchi i piedi non fanno male, però riesco a tenerle anche magari per diverse ore. Non sono una wonder woman, ma insomma resisto. Non sono tipo che compra e poi non usa. Tanto più al prezzo delle Louby. Poi vabbè magari non le metterò per tutta la settiimana da mattina a sera. Non ho più quella cifretta, ma ci faccio un pensierino, si vive una volta sola.
      Da quel che ho capito tra Pigalle e So Kate la differenza è pochissima. Di Louboutin di comodo non c’è nulla. Ma è tutto una meraviglia, un sogno. Tu hai provato già a portarle per qualche ora, camminandoci? Si può resistere?
      Io a volte con le deco a punta stretta mi salvo con le dita che si accavallano. Sembra un paradosso ma è così. Due dita spingono da qui, le altre spingono da là, alla fine il 3° dito (povero) resta sotto. E’ la salvezza, almeno ci stanno tutt'e cinque senza premere sui lati della scarpa. Con un modello scollatissimo come la So Kate, però, ho paura che il 2° dito, alzandosi, vada a urtare contro la cucitura. Vabbè, in qualche modo mi adatterò.
      Baci!
      Scoiattolina

      Elimina
    3. Ciao, bentrovata! No, non ho abbandonato il blog, anzi, avrei altri post da scrivere, ma mi manca il tempo e la voglia, però per le Loubies ho fatto uno sforzo! ^_-
      A Milano hai provato le Pigalle Follies 120? In ogni caso non ti preoccupare, tutti i modelli di Louboutin da 12 cm sono stretti a morte, chi più chi meno: solo dopo averle portate un paio di volte hanno un pochino ceduto sia le SoKate che le Pigalle Follies, quel tanto che permette di camminarci un po' senza piangere, ma all'inizio erano entrambe delle tagliole, roba che quasi non riuscivo a infilare le SoKate se non a prezzo di tremendi sforzi. Le Pigalle Follies 120 però vorrei riprovarle, anche se a Milano mi hanno ucciso i i mignoli: la seconda prova è quella del 9, non è così? ^_- Quindi sì, riprovaci, magari la seconda volta non è così tremendo. ;-)

      Elimina
  3. Stupendeeee io le adoro!!!!
    Baci,
    Marina
    http://www.maridress.it

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. E chi non le vorrebbe? ^_- Buon fine settimana a te!

      Elimina
  5. great as usual :) Kisses :)

    http://www.itsmetijana.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. ma quanto sei fortunata!!!! queste scarpe è un mio grande sogno <3<3<3 queste nere più la borsa in pelle cavallino sempre di louboutin ^^

    RispondiElimina
  7. Ciao ho appena acquistato un paio di "pigalle follie" 100 nero in vernice numero 35 e mezzo. I mignoli urlano dal dolore. La lunghezza è giusta. Cosa dici si lascia andare la scarpa oppure è meglio prendere un 36? Grazie mile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se il 35.5 è della lunghezza giusta, il 36 potrebbe sfuggirti dal tallone, anche se è possibile rimediare con una mezza soletta sottile di gel, oppure con un retrotallone adesivo in camoscio. Nel caso in cui il 36 risulti comunque lento, cercherei di allargare un pochino il 35.5: puoi chiedere aiuto al tuo calzolaio, oppure indossare le Pigalle in casa con un calzino spesso, le scarpe in pelle tendono a cedere, altrimenti on line trovi molti consigli su come allargare le scarpe.

      Elimina
  8. Ciao, sto valutando l'acquisto delle so kate 120 ma, abitando a cagliari, non ho la possibilità d andare a provarle. Ho letto su qualche sito che bisogna prendere un mezzo numero in più, e, date le spese d consegna (30 euro!!!) acquistando dal sito ufficiale mi sentirei più sicura se qualcuna che ha già fatto l'acquisto mi desse la propria testimonianza. Normalmente uso le 37,5 (casadei,zanotti,gianvito rossi sempre perfette) cosa dite, persevero col mio numero o oso un 38??? Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
  9. Ciao...ho bisogno del vs aiuto...sto seriamente meditando l'acquisto delle so kate 120 ma non ho la possibilità d andare in negozio a provarle (abito a cagliari) e in alcuni siti consigliano di prendere mezzo numero in più rispetto alla normale calzata. Io vesto in genere un 37,5 (casadei, zanotti, gianvito rossi sempre perfette) ma sono fortemente in dubbio sul numero da ordinare....qual'è la vostra esperienza??? Grazie fin d'ora :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendi il tuo solito numero, non è vero che calzano così strette da dover prendere mezzo numero in più, almeno non è valido per tutte: io porto normalmente un 38 e di Louboutin compro sempre 38 nel caso delle decollté (So Kate o Pigalle), ho provato il 38.5 e mi sfugge dal tallone. Nel caso delle Irizia invece ho preso il 37.5 perché sono molto scollate e calzano mezzo numero in meno.

      Elimina